Viaggiare con bambini: 10 trucchi da sapere

Finalmente le tanto meritate vacanze: dopo un anno passato a lavorare è il tempo di staccare un po’ la spina e prendersi qualche giorno per sé e per la propria famiglia. Attenzione però, poiché il rischio è sempre dietro l’angolo e si chiama “bambino”. Il pargolo di casa, infatti, potrebbe essere una vera “mina vagante” da controllare mentre si viaggia e ci si sposta per raggiungere la località delle tanto agognate vacanze, con il risultato che i giorni di svago, da rilassanti che sarebbero dovuti essere, potrebbero diventare ancor più stressanti di una giornata di lavoro a stretto contatto con il capo. Come fare, allora, per far sì che anche il bambino possa godersi la vacanza e, con lui, tutta la famiglia? Ecco alcuni consigli utili a tutti:

  1. per prima cosa la sicurezza, in ogni momento. Se si viaggia in auto, ad esempio, è fondamentale usare i seggiolini per auto, che permettono al bambino di stare tranquillo e sicuro
  2. i giocattoli preferiti del bambino devono essere sempre a portata della sua mano
  3. l’acqua, che non deve mai mancare, perché quanto meno te lo aspetti il bambino piange perché ha sete
  4. cibo e snack, sani e di qualità, per saziare la sua improvvisa “voglia di qualcosa di buono” (fatti un giro su un sito di ricette free come Dolcidee per un pò d’ispirazione)
  5. medicinali e medicazioni varie devono far sempre parte degli oggetti necessari per il viaggio, perché l’imprevisto è sempre in agguato e occorre andare prevenuti
  6. le strutture ricettive dovrebbero sempre essere a portata di bambino, pensate per dare al piccolo tutto il necessario durante il soggiorno, dai giochi fino ad un seggiolino extra per quando si mangia
  7. le salviettine disinfettanti sono un potente alleato nel caso in cui il bambino decida improvvisamente di sedersi per terra o di raccogliere qualche cosa da terra
  8. nella scelta delle attrazioni da visitare se ci si reca in una grande città è meglio optare per quelle “a misura di bambino”, ovvero quelle che possono interessare anche alla prole, altrimenti si rischia che, dopo solo cinque minuti, inizino i capricci
  9. l’organizzazione è fondamentale, così non si perderà tempo in loco a decidere cosa vedere e cosa no
  10. attenzione, attenzione, attenzione. Quando si viaggia con i bambini è fondamentale essere attenti a tutto, basta un attimo di distrazione e il piccolo potrebbe cacciarsi in qualche guaio (non volontariamente, sia chiaro, ma non bisogna dimenticare che i piccoli sono pieni di curiosità).