Lusso e potere: I personaggi più potenti d’Italia

L’influente è colui che con la sua autorevolezza e grazie al potere riesce a modificare l’andamento delle cose. Se a livello internazionale, per la rivista Foreign Policy, nel 2012 la persona più influente al mondo è Vladimir Putin, in Italia chi sono gli uomini capaci di determinare il comportamento e le opinioni degli italiani?

Secondo GQ Italia, sono 50 i personaggi più influenti d’Italia. Nella top 50 ci sono i soliti nomi come Mario Draghi, Presidente della Banca Centrale Europea,  che si prende il primo posto, Marco Tronchetti Provera (recentemente assolto per il processo Telecom) e Silvio Berlusconi, il leader del Popolo delle Libertà che è in terza posizione grazie alle sue doti nel campo della comunicazione. L’ex Presidente del Consiglio, infatti, essendo un “comunicatore di professione” è riuscito in questi anni a diventare influente in tutti gli aspetti della vita economica italiana.

Nella classifica, però, ci sono tante sorprese. La prima è la presenza di Corrado Passera che grazie al lavoro con De Benedetti, Bazoli e ora con Mario Monti in qualità di braccio destro è riuscito a conquistare il sesto posto e l’altra “sorprendente” personalità, invece, presente nella classifica stilata dal periodico GQ è quella di Lapo Elkann. Infatti, il rampollo di casa Agnelli, conosciuto ai più per le sue intemperanze e per il look eccentrico e sempre ricercato, è al 41esimo posto precedendo Adriano Sofri e Giuliano Pisapia. Poco sotto troviamo l’imprenditore Manfredi Catella, immobiliarista reso famoso dal lavoro pachidermico di restyling di Milano Porta Nuova.

L’altro vip che è riuscito a rientrare tra i potenti d’Italia è Rosario Fiorello che si è conquistato l’ottava posizione: il conduttore siciliano è stato scelto dalla giuria speciale, composta da 50 opinion leader e da 50 lettori selezionati dalla rivista, perchè nei suoi programmi tv e non solo è capace di parlare con tutti e sa parlare di tutto. Altre tre personalità che spiccano nella classifica sono Bernardo Provenzano al 23° posto, il capo dei capi Totò Riina che si trova a dieci posizioni più in basso e il nuovo probabile capo di Cosa Nostra, Messina Denaro che è 21esimo.

Sembra proprio che Fiorello sia in buona compagnia…