Scegliere la carta da parati

Negli ultimi anni molti hanno preferito un ritorno al passato, scegliendo la carta da parati per l’arredamento degli ambienti interni della loro abitazione. Ma scegliere la carta da parati adatta significa mettere in primo piano le esigenze personali. È necessario tenere in considerazione l’arredamento complessivo della casa e della stanza in particolare, tenendo conto di alcuni fattori fondamentali. È logico che una scelta o un’altra influiscono in modo ampio sulla caratterizzazione dell’ambiente, sull’umore e le sensazioni che la stanza può trasmettere. Dobbiamo chiederci se vogliamo trasmettere allegria, serenità o severità.

Tinte e disegni della carta da parati

È importante puntare sul colore, quando si sceglie la carta da parati per un determinato ambiente interno. In generale le tinte chiare tendono ad aumentare la luminosità e possono far sembrare le stanze più grandi. Le tinte scure, invece, hanno la possibilità di conferire agli ambienti un aspetto più intimo, anche se meno spazioso.

Possono sembrare dettagli, ma è importante il valore che vogliamo attribuire ad un ambiente. Ecco perché dobbiamo ricordarci che le dimensioni dei disegni possono fare la differenza. I disegni ampi tendono a rimpicciolire la stanza, mentre le fantasie più piccole danno l’opportunità di amplificare la superficie.

I materiali per la carta da parati

Esistono in commercio diversi materiali che possono essere utilizzati per comporre la carta da parati. In particolare possiamo distinguere tra quattro differenti tipologie:

  • carta – è un materiale molto delicato, che difficilmente resiste all’umidità e agli sfregamenti e può andare incontro a deterioramento;

  • vinile – è un materiale molto robusto e resistente ed è anche facile da pulire. Riesce a resistere all’acqua e all’umidità, per cui si potrebbe utilizzare per tappezzare alcune stanze particolari come il bagno e la cucina;

  • fibra naturale – si tratta di materiali come cotone, lino, canapa, bambù, sughero e seta. Possono offrire il vantaggio di combinarsi insieme all’insegna della personalizzazione e del rispetto delle esigenze e dei gusti individuali. Si prestano ad essere utilizzati soprattutto per l’applicazione di rifiniture anche stampate e dipinte a mano;

  • tnt – il tnt è il cosiddetto tessuto non tessuto. Si presenta come resistente e lavabile. Nel tempo i suoi colori possono rimanere facilmente inalterati.